Giovanni Block – “Core Mio”

Avatar feliceiovino | 28 Giugno 2020 150 Views 1 Like 2 On 1 Rating

150 Views 2 On 1 Rating Rate it

Struggente…come solo una canzone napoletana può essere, Giovanni Block “Core Mio”

Core, core mio, ma c’hê passato?
Hê fatt’ ‘a faccia cchiù janca d’ ‘o cielo ca’ porta ‘a vernata.
Core, core mio, lass’ ‘a paura,
m’arap’ ‘mpietto, accussì guard’ ‘o mare ca s’è fatto scuro.
Core, core mio, damme ‘na voce,
mò vene ‘o tiempo ca te faccio scennere a‘ copp’ ‘a sta croce.

Core, core mio, cu ‘e mmane aizate,
hê fatt’ ‘a guerra a chi guerra t’ha fatto o a chi c’ha pruvato.
Core, core mio, uocchie ‘e criature,
miettete ‘e scarpe e accummuogliate bbuono; nun stà semp’ annure.
Core, core mio, damme ‘na voce,
mò vene o’ tiempo ca te faccio scennere ‘a copp’ ‘a sta croce.


Giovanni Block (Napoli, 21 marzo 1984) è un cantautore, compositore e produttore discografico italiano. Nel novembre del 2007 ha ricevuto la Targa Siae/Club Tenco del Premio Tenco come miglior autore emergente, nel giugno 2009 il primo premio assoluto del Festival Musicultura e nel 2010 il Premio Buscaglione ricevendo inoltre un premio speciale dall’Università delle Marche per il miglior testo.


150 Views 2 On 1 Rating Rate it

Written by feliceiovino


Comments

This post currently has no responses.

Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: