Je song’ ‘o popolo

Je song’ ‘o popolo

je song”o popolo
so a base e sta piramide
e piglio cavece si m’arrampico
… ma po care
je songo ‘e lacreme
ca scenneno dint”o scure
je song ‘o nord, ‘o sud
e ‘a fabbrica ca chiure
Song”a bulletta
ca te studìe a tre semmane
e song”o stato ca te sfrutta
e te mantene ‘e mmane
je songo arraggia che
te saglie chiane chiane
je so chill’attimo
“che aret nun se torna”
je song”o specchio
ment stai currenne
co core ca te fuje a piette
l’ultima faccia che vire,
e che vulisse cancellà
je song o tiempe, so l’aria,
so stu peso ca siente,
Je songhe a vita,
ca pe te nun vale niente
je so a rinuncia
e chille ca s’arrenne
e so colpevole quanne
“figlieme è innocente”
je so sta ruga
che jere nun tenive
je songhe o sanghe
e so o sudore
je song o popolo
e nun tengo addore

felice iovino

trad.
io sono il popolo
in fondo alla piramide
io prendo calci
se mi arrampico
ma poi cado
sono le lacrime
che scendono nel buio
io sono il nord, il sud
sono la fabbrica che chiude
sono la bolletta
che sta li da settimane
sono lo stato che ti sfrutta
e che lega le tue mani
sono la rabbia
che ti sale piano piano
io sono quel giorno
e sono l’attimo
che indietro non si torna
Sono lo specchio mentre scappi
con il cuore in gola
l’ultima faccia che vedi
e che vorresti cancellare
sono il tempo, l’aria,
il peso che ti senti
sono la vita
che per te non vale niente
sono la rinuncia
di chi si arrende
sono colpevole quando
“mio figlio è innocente”
sono la ruga
che ieri non avevi
sono sangue e sudore
io sono il popolo
e non ho odore